Chateau Monfort: se Alice avesse cercato un Hotel di Giorno…

nutcracker-1864236_960_720

Di Rita Esse

Se Alice avesse seguito un coniglio in quel di Milano il libro si sarebbe chiamato Alice nell’Hotel delle meraviglie e la protagonista avrebbe evitato tutte le disavventure e vissuto unicamente esperienze positive. Come è successo a noi di NCV che abbiamo sperimentato al Chateau Monfort la nuova formula DayBreak, che prevede il soggiorno in albergo dalle 10 alle 18.

Chateau Monfort è solo uno degli splendidi hotel proposti sul sito DayBreakHotels che permette di vivere l’esperienza dell’hotel in pieno giorno.  Un’idea curiosa sulla carta si rivela, invece, una proposta decisamente “smart” sia per chi viene in città per impegni di lavoro sia per chi ci transita tra un volo e l’altro e vuole affrontare lo shopping dopo un riposino ritemprante o una doccia tonificante. Sala fitness e SPA completano l’offerta. Nella tarda mattinata, mentre numerosi clienti in partenza affollavano la reception, noi siano stati accolti con calore e gentilezza e immediatamente accompagnati nella camera che ci era stata riservata. Una firma al documento di registrazione ci ha permesso di notare sul bancone, invece dei soliti opuscoli, tanti simpatici cartoncini a forma di coniglietto che ricordano quel coniglio selvatico che risultò essere l’unico abitante del palazzo Liberty, sede del Chateau Monfort, quando ebbero inizio i lavori di ristrutturazione dopo anni di abbandono. E’ nata forse da questa strana coincidenza l’idea di creare questo fantastico albergo, immerso in un’atmosfera onirica dove non esiste una demarcazione netta tra fantasia e realtà, tra fiaba e tecnologia.

Ogni camera è un mondo a sé: alcune sono dedicate alle fiabe, altre al grande teatro e alla musica lirica ma ognuna di esse è stata studiata per dare all’ospite una sensazione immediata di infantile stupore. Per noi di NCV era stata riservata una mansarda dedicata al balletto “Lo schiaccianoci”. Un vecchio poster dello Schiaccianoci in cartellone alla Scala e i due imponenti soldatini che reggono il baldacchino del letto hanno il potere di cancellare il presente e riportare immediatamente l’ospite a ricordi dell’infanzia. Chi scrive ha rivissuto anche, in un tenerissimo flash back, l’emozione delle prime scarpette con le punte indossate dalla figlia…

Una modernissima, ampia doccia con pareti di cristallo e il televisore al plasma così come l’apertura delle finestre e delle tende comandata tramite un telecomando posto sul comodino confermano che passato e presente possono convivere armoniosamente. Il tempo di ammirare ogni dettaglio della camera inondata dalla luce che piove dalle finestre sui tetti ed è gia ora di scendere per il Friendly Brunch della domenica, servito in quello che una volta era il cortile interno del palazzo ora ricoperto da una cupola di cristallo. Ne è risultato un ambiente di grande luminosità e fascino che valorizza il sontuoso buffet di antipasti e di dolci, con una scelta capace di soddisfare anche i golosi più esigenti. I primi e i secondi piatti, di carne e di pesce, arrivano direttamente dalla cucina secondo la scelta del cliente. Musica live e bollicine Ferrari completano quest’esperienza che consigliamo vivamente .Ovviamente è possibile usufruire separatamente della formula dayuse e del brunch . Il personale è efficiente, preparato e gentile, pronto a soddisfare ogni richiesta o desiderio così come ci si aspetta in questa specie di luogo incantato. I numerosi premi e riconoscimenti assegnati al Chateau Monfort nel breve tempo dalla sua apertura dimostrano che non siamo i soli ad esserne entusiasti.

Se Alice….

 

 

 

Related Articles