Quattro chiacchiere dal mondo

salad-2068220_960_720

Quando si tratta di parlare una nuova lingua si pensa a imparare nuovi termini e forme grammaticali. Ma se si vuole entrare nella mentalità del posto e dimostrare di conoscerne la cultura, non c’è niente di meglio che padroneggiare l’arte dello “small talk”, soprattutto nel periodo estivo quando i viaggi sono dietro l’angolo.

Ma di cosa si parla in giro per il mondo quando si vogliono fare le famose “quattro chiacchiere” senza impegno con amici, conoscenti o perfetti sconosciuti?

Italia: cibo, ricette e famiglia
In Italia si parla di cibo: molto volentieri e molto spesso. E solitamente mentre si mangia. Che siano ricette, ristoranti o le specialità della propria regione o città d’origine, tutto va bene, purché se ne parli. Un altro tema molto amato è sicuramente la famiglia. Attenzione però: la mamma può essere un argomento spinoso. Specialmente se si parla di come cucina: perché “lei” cucina sempre meglio di tutti e i suoi piatti sono sempre i migliori, per definizione.

Germania: lavoro e affitti
In Germania si ama parlare della situazione finanziaria, ma solo fino a quando resta nell’astratto: informarsi sul lavoro va bene, ma solo superficialmente. Cosa si fa nella vita e in generale se va tutto bene. Ma chiedere notizie su stipendio o su eventuali promozioni in vista è assolutamente tabù, anche tra colleghi. Altro tema sicuro e sempre attuale è lamentarsi degli affitti in aumento e sull’impossibilità di trovare casa o di poterlo fare in una zona centrale. Parlare del tempo è sempre un terreno sicuro, solitamente a patto che ci si lamenti.

Svezia: tempo libero e… Eurovision song contest. Ma solo tra colleghi
Qui la gente ama parlare del fine settimana che si avvicina o delle prossime vacanze, ma soprattutto in contesto lavorativo, tra colleghi, o conoscenti. Sembra che lo small talk tra sconosciuti non sia previsto e sia visto come “non tipicamente svedese”. Da questo “silenzio svedese” sono esclusi anche i “come va?” o il semplice “Le auguro un buon fine settimana”. Altro tema sicuro per intrattenere i colleghi è l’Eurovision song contest (cosiddetto mellon – “Melodifestivalen”, festival della musica), seguito assiduamente dagli svedesi.

Brasile: neonati e politica, fino allo “small talk da ascensore”
Dal tempo che fa ai neonati, fino alla politica, non c’è tema che i brasiliani non tocchino. C’è addirittura un termine per definire lo small talk brevissimo, la cosiddetta “conversa de elevador”, lo small talk da ascensore. Una regola in generale: non importa cosa ti chiedano e come si stia veramente: bisogna sempre rispondere che tutto va bene.

Francia: cibo, ristoranti e scioperi
In Francia, come in Italia, il cibo gioca una parte essenziale nella vita delle persone. Non c’è quindi da stupirsi che molte chiacchiere ruotino attorno a ristoranti e ricette. Un tema che, in un paese come la Francia non poteva mancare, sono sicuramente gli scioperi. Parlarne farà sentire chiunque un francese doc.

Inghilterra: il tempo, il tempo e … il tempo!
Gli inglesi amano (molto!) parlare del tempo. Che piova o faccia bel tempo, vogliono essere sempre preparati. E nel caso faccia bel tempo, si può anche parlare di eventuali piani per il week end. Assolutamente tabù è parlare della famiglia reale e di politica.

Spagna: cibo e “operazione bikini”
Un altro paese che ama il buon cibo è sicuramente la Spagna. Non stupisce quindi che, all’avvicinarsi della stagione estiva, le persone comincino a parlare di “operazione bikini” e dello sport necessario a essere in forma.

Related Articles