Il mestiere delle spezie

opium-1633375_960_720

Fra gli itinerari meno battuti e più affascinanti di Firenze c’è quello alla scoperta della secolare tradizione dall’Arte degli Speziali: un percorso che si snoda per le antiche farmacie fiorentine, spesso istituite presso conventi e istituti religiosi, dove si preparavano e vendevano unguenti, pillole, acque e medicamenti e oggi si possono acquistare profumi, saponi, prodotti di bellezza artigianali e tantissime altre preparazioni di altissima qualità.

La riscoperta olfattiva che comporta interesse nell’arte del profumo e lo studio sui benefici delle spezie sono fenomeni in ampia diffusione. Firenze, a questo riguardo vanta una storia che si snoda nel tempo. A cominciare dall’Antica Officina del Farmacista del Dr. Vranjes (www.drvranjes.it), che da quasi trent’anni formula e produce trattamenti innovativi e prodotti esclusivi. La bottega laboratorio, situata in Borgo La Croce, è aperta al pubblico; lì si respira fin dagli arredi un’atmosfera di bottega fiorentina di profumi e benessere, e grazie allo staff preparato che affianca il proprietario, ci si può far guidare nella conoscenza della sua particolare linea per la cosmesi e di fragranze per la persona e gli ambienti.

Fu proprio a Firenze che nacque nel 1498 una delle prime raccolta di ricette medicinali e fu inaugurato nel 1545, per volere di Cosimo I de’ Medici, il Giardino dei Semplici, un orto accademico dove si coltivavano e studiavano varietà di piante medicamentose e il cui patrimonio oggi è di circa 9000 esemplari (visite tutto l’anno – info Tel: 0552756209)

Molte delle farmacie storiche di Firenze ancora mantengono intatti gli elementi architettonici, le apparecchiature e le suppellettili, come laFarmacia del Canto alle Rondini, con gli arredi del 1919 del Coppedè o la Farmacia SS.Annunziata, che ancora oggi porta avanti la tradizione della preparazione di prodotti galenici.

Fra queste, il posto d’onore va però alla Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella(www.smnovella.it). Situata in Via della Scala 16, a due passi dalla stazione ferroviaria e da Palazzo Strozzi, la farmacia è una delle più antiche d’Europa ancora in attività. Lì, nel 1221, i frati domenicani coltivavano nei loro orti le erbe officinali usate per preparare i medicamenti, i balsami e le pomate per la piccola infermeria del loro convento. Ancora oggi attiva e aperta al pubblico, sia come negozio che come museo (la cui visita è caldamente raccomandata), vede il suo marchio diffuso e conosciuto a livello internazionale. Sono in vendita profumi per la persona e per la casa, cosmetici, prodotti di erboristeria, antiche preparazioni come l’acqua di melissa e l’aceto aromatico, liquori, candele ed addirittura prodotti di pulizia e lozioni per cani e gatti!

Non meno pregevole per arredi e storia è la Profumeria Farmacia Inglese (www.profumeriainglese.it), in Via Tornabuoni, fondata nel 1843 da Henry Roberts, un farmacista inglese il cui nome è legato ad un prodotto creato proprio a Firenze e che divenne presto noto in tutto il mondo: il borotalco. Lussuosamente arredata, con boiserie in mogano e lampadari in alabastro, oggi la Profumeria Inglese fa parte dei 57 esercizi storici del Comune di Firenze e vende articoli cosmetici  fra i più prestigiosi brand italiani, francesi, svizzeri e giapponesi.

Related Articles