NYC e il suo Guggheineim

IMG_20190824_111611_969
Pare un edificio decontestualizzato nella cornice dei grattacieli eppure è di una bellezza ipnotica. Si staglia come una spirale avvolta da un nastro color avorio tra il Central Park e la quinta strada. Tra il Jewish museum e il MET in direzione Midtown, a metà di quel miglio che non a caso è dedicato ai musei e sarà la vicinanza con la statua di Alice del parco ma il
Guggenheim pare ergersi come un sogno tra i tombini fumanti. Figlio di un progetto controverso e contestato dagli artisti che mal accettarono all’inizio quella struttura elicoidale priva di spigoli e dal pavimento in pendenza, nacque su disegno dell’architetto Franck Lloyd Wright. Al suo interno, oltre 7.000 opere in mostra. Le mostre temporanee del Guggenheimsono sempre provocanti e variegate, mentre le collezioni permanenti contengono quadri del diciannovesimo secolo di importanti artisti impressionisti, post-impressionisti e di arte contemporanea come Monet, Cezanne, Degas, Picasso, Modigliani, e la più grande collezione di tutti gli Stati Uniti dell’artista astratto Kandinsky.
Le opere principali sono esposte nella grande rotonda; mentre le gallerie minori ospitano le collezioni permanenti. Attualmente, la sala in cima alla spirale, ospita una monografica dedicata a Basquiat.
La mostra ha vari obiettivi: esplorarne l’identita’ nera di Basquiat, la sua militanza contro la brutalita’ della polizia e i tentativi di creare una nuova estetica, un linguaggio che esprimesse l’empowerment ad esempio adattando il simbolo della corona per la canonizzazione di personaggi della storia nera.  Una storia che entra nel cuore e che non va via come quel cilindro ricoperto da un nastro avorio tra la Quinta Strada e Central Park.

Indirizzo: 1071 5th Ave, New York, NY 10128, Stati Uniti
Orari: Chiude alle ore 17:30

Questo slideshow richiede JavaScript.

Related Articles