Cervia: la rotta del sale

holiday-4917217_1920
Con il bel lungomare e i viali alberati, la fresca pineta e le dimensioni a misura d’uomo, Cervia è una località da vivere in bicicletta: percorsi urbani e in natura a due passi dal mare, nei 40 km di pista ciclabile e nei percorsi in pineta e in salina. Dimenticare l’auto e inforcare la bici è facile e alla portata di tutta la famiglia, grazie ai numerosi tratti di facile percorrenza che offre il territorio.
Dal centro di Cervia o di Milano Marittima, attraverso la pineta, è possibile ad esempio raggiungere la valle dell’Ortazzo, all’interno della quale si trova la Riserva Naturale Duna Costiera e la foce del torrente Bevano. L’area si divide in valle dell’Ortazzo, un’ampia palude d’acqua dolce di forma triangolare costantemente sommersa, e nella zona umida dell’Ortazzino, che è un’area salmastra contigua alla spiaggia, che alterna stagni, canneti, dune con vegetazione mediterranea e pinete costiere. Il percorso alla valle dell’Ortazzo fa parte del più ampio percorso che arriva a raggiungere la città di Ravenna ed è quasi esclusivamente su strada sterrata e sentieri, un trail non ad anello di circa 15 km a tratta, pianeggianti, senza difficoltà tecniche e molto interessante dal punto di vista naturalistico: giunti alla valle una torretta di avvistamento permette infatti l’osservazione di folaghe, cigni, anatre, aironi, cormorani.
Un altro percorso di grande fascino, tra i più suggestivi che si snodano all’interno del Delta del Po, è senza dubbio La Rotta del Sale, ciclabile che corre parallela all’antica rotta marittima che seguivano le imbarcazioni che trasportavano il sale da Cervia al porto della Serenissima, un tragitto con partenza dal centro della città che attraversa paesaggi naturalistici di grande bellezza fino a giungere, se compiuto in tutta la sua interezza, al lido di Venezia. Il primo tratto, lungo circa 20 km, è piacevole e ombreggiato e conduce fino a Ravenna attraverso le pinete di Cervia e di Classe.
Tagged with:     , , ,

Related Articles